- Paulo Cohelo

"Se Dio esiste, sarà generoso con le creature che hanno voluto lasciare questa terra al più presto: potrebbe addirittura chiederci scusa per averci costretto a passare da questo luogo."

Zedka le trovava ingiuste: incriminare un'intera nazione per gli atteggiamenti deliranti e criminali di alcuni suoi membri.

"Perché tutti, in un modo o nell'altro, siamo folli."

Veronika, invece, era innamorata dello spicchio di luna, perché poteva ancora aumentare, espandersi, colmare di luce tutta la sua superficie, prima dell'inevitabile decadenza.

"Quando ho preso le pastiglie, volevo uccidere qualcuno che detestavo. Non sapevo che, dentro di me, esistevano altre Veronike che avrei potuto amare."

"Avrei dovuto essere più folle." Ma, come probabilmente accadeva alla maggior parte delle persone, lo aveva scoperto troppo tardi.

Ah, se tutti potessero conoscere la propria follia interiore e convivere con essa! Il mondo sarebbe peggiore? No, le persone sarebbero più giuste e più felici.

"Tutti viviamo in un mondo nostro. Ma se guardi il cielo stellato, ti accorgi che tutti questi mondi diversi si combinano, formando sistemi solari, costellazioni, galassie."

"[...] e noi saremo matti, come coloro che hanno inventato l'amore."

"E' grave sforzarsi di essere uguali: provoca nevrosi, psicosi, paranoie. E' grave voler essere uguali, perché questo significa forzare la natura, significa andare contro le leggi di Dio che, in tutti i boschi e le foreste del mondo, non ha creato una sola foglia identica a un'altra. Ma tu ritieni che l'essere diverso sia una follia, e perciò hai scelto di vivere a Villete. Perché qui, visto che tutti sono diversi, diventi uguale agli altri. Capito?"

"Se vuoi uscire, ti accompagno. Dammi solo il tempo di prendermi i vestiti e i soldi. Usciremo insieme."
"Non durerà a lungo, Eduard. Lo sai bene."
Eduard non rispose. Rientrò. Qualche momento dopo, tornò con gli abiti.
"Durerà un'eternità, Veronika. [...]"
"Andiamo. I folli commettono sempre follie."

La giovane avrebbe considerato ogni giorno un miracolo: in effetti, tenendo conto delle rilevanti probabilità che ci accadano cose inattese in ogni secondo della nostra fragile esistenza, è proprio così.

visita il sito del nostro giornalino virtuale

Read and Release at BookCrossing.com...